Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra
Info: dipterr@unipr.it      0521905326
 Studenti: Tagliaferri Alessio Logout

Alessio Tagliaferri



Tel: Email:
Fax: Skype:

Tutore:

Tesi:

 

RELATIONSHIP BETWEEN FACIES VARIATIONS AND BASIN MORPHOLOGY IN TURBIDITE SYSTEMS CHARACTERIZED BY DIFFERENT DEGREES OF EFFICIENCY 

Supervisor: Roberto Tinterri

 The main objective of this PhD project, funded by ENI, is to create stratigraphic and sedimentologic models designed to better display the lateral and vertical facies distribution of turbidite systems having different efficiency degrees and deposited in tectonically-controlled basins. This PhD project will provide data from at least three selected field examples, taking into account the relationship between:

- turbiditic facies variations

- thickness variations at different hierarchical scale: bed scale (metric scale), bedset scale (decametric scale), stratigraphic unit scale (member scale)

- basin morphology.

 Specifically, in order to establish this relationship, turbiditic systems characterized by different efficiency degrees will be analyzed in settings that are particularly significant for facies variations controlled by basin morphology.

 The research activity will be carried out in three years as follows: 

First year:

Physical stratigraphy and facies analysis of the inner-to-outer basin transition of the Marnoso-arenacea Formation (Miocene) (northern Apennines, Italy). Basically, the lateral variation of the Firenzuola system, from Santerno valley to the Verghereto area, will be studied. 

Second year:

Physical stratigraphy and facies analysis of the Annot Sandstone in the Chalufy and Braux area (south-eastern France). The analysis will focus on the facies variation around onlap areas.

 Third year:

Based on the time remaining after Marnoso-arenacea Formation and Annot Sandstone analyses, it will be decided whether to extent the study to a third, poorly-efficient turbidite system in the western Tertiary Piedmont Basin (north-western Italy) or to carry out more specific analyses on the first and second cases.

 The PhD program will include specialist courses relevant for the research activity and a period of study abroad.

 

RELAZIONE TRA VARIAZIONI DI FACIES E MORFOLOGIA DEL BACINO IN SISTEMI TORBIDITICI A DIVERSO GRADO DI EFFICIENZA 

Tutore: Roberto Tinterri 

Il progetto, finanziato da ENI, ha come scopo la costruzione di modelli di distribuzione statistica di depositi torbiditici a diverso grado di efficienza in bacini tettonicamente controllati. Lo scopo di ENI è quello di aumentare il grado di predittività delle distribuzioni latero-verticali delle facies deposte da flussi gravitativi.

Questa tesi di dottorato, che si inserisce all’interno di questo progetto, ha come scopo quello di stabilire, su almeno tre esempi selezionati, la relazione tra:

a)   le variazioni delle facies torbiditiche

b)   le variazioni di spessore a diverse scale gerarchiche: a scala dello strato (scala metrica), del pacco e di più pacchi di strati (scala decametrica), dell’unità stratigrafica (scala del membro, decine a centinaia di metri)

c)   la morfologia del bacino.

Per arrivare a stabilire una relazione di questo tipo si analizzeranno dei sistemi torbiditici caratterizzati da un diverso grado di efficienza, in contesti particolarmente significativi per le variazioni di facies controllate dalla morfologia del bacino.

 L’attività verrà suddivisa nei tre anni come segue:

 I Anno:

Stratigrafia fisica e analisi di facies della transizione tra bacino interno ed esterno (nel senso di Ricci Lucchi e Ori 1985) nella Formazione Marnoso-arenacea. In particolare si studieranno le variazioni laterali del Sistema di Firenzuola nell’area compresa tra la Val Santerno e Verghereto. 

II Anno:

Stratigrafia fisica e analisi di facies nelle Arenarie di Annot nell’area di Chalufy e Braux (Francia sud-orientale). Si studieranno in particolare le variazioni di facies nelle zone di onlap. 

III Anno:

Sulla base del tempo impiegato per l’analisi della Formazione Marnoso-arenacea e delle Arenarie d’Annot, si valuterà se ampliare lo studio ad un sistema a bassissima efficienza della Formazione di Molare (settore occidentale del Bacino Terziario Piemontese) o approfondire i primi due casi. 

Durante lo svolgimento del dottorato è prevista la frequentazione di corsi specialistici inerenti le attività di ricerca ed un periodo all’estero. 

 

 

 

VCard contattiQRcode contattiCurriculum VitaeHomepage

Ultimo aggiornamento: 30/01/2015 11:55
HOMEPrimoPrecedenteSuccessivoUltimoPS